web-develop

Internet of Things: opportunità e sfide

La convergenza di persone, cose, dati e processi di connessione sta trasformando la nostra vita, il nostro business e tutto il resto.

La definizione tecnica di Internet of Things (IoT) è la rete di oggetti fisici accessibili tramite Internet. Questi oggetti contengono tecnologia incorporata per interagire con gli stati interni o l’ambiente esterno. In altre parole, quando gli oggetti possono percepire e comunicare , cambiano come e dove vengono prese le decisioni e chi li crea.

L’Internet of Things (IoT) sta emergendo come terza ondata nello sviluppo di Internet. L’ondata di Internet degli anni ’90 collegava 1 miliardo di utenti mentre l’onda mobile degli anni 2000 collegava altri 2 miliardi. L’IoT ha il potenziale per connettere 10X “cose” (28 miliardi) su Internet entro il 2020 , dai braccialetti alle automobili. Le innovazioni nel costo dei sensori, la potenza di elaborazione e la larghezza di banda per collegare i dispositivi stanno abilitando connessioni onnipresenti al momento. Prodotti intelligenti come orologi intelligenti e termostati (Nest) stanno già guadagnando trazione come affermato nel rapporto di Goldman Sachs Global Investment Research.

Fonte: https://ams-ix.net/

Un numero significativo di cambiamenti tecnologici si sono uniti per consentire l’ascesa dell’IoT. Questi includono quanto segue.

Sensori economici : i prezzi dei sensori sono scesi a una media di 60 centesimi da $ 1,30 negli ultimi 10 anni.
Larghezza di banda economica – Anche il costo della larghezza di banda è diminuito rapidamente, di quasi 40 volte negli ultimi 10 anni.
Elaborazione economica – Analogamente, i costi di elaborazione sono diminuiti di quasi 60 volte negli ultimi 10 anni, consentendo a più dispositivi di essere non solo connessi, ma abbastanza intelligenti da sapere cosa fare con tutti i nuovi dati che stanno generando o ricevendo.
Smartphone : gli smartphone stanno diventando il gateway personale per l’IoT, che funge da telecomando o hub per la casa connessa, l’automobile connessa oi dispositivi di salute e fitness che i consumatori stanno iniziando a indossare sempre più.
Copertura wireless onnipresente – Con la copertura Wi-Fi ormai onnipresente, la connettività wireless è disponibile gratuitamente oa un costo molto basso, dato che il Wi-Fi utilizza lo spettro senza licenza e quindi non richiede commissioni di accesso mensili a un corriere.
Big data – Poiché l’IoT per definizione genererà quantità voluminose di dati non strutturati, la disponibilità di analisi dei big data è un fattore chiave per l’abilitazione.
IPv6 – La maggior parte delle apparecchiature di rete ora supporta IPv6, la versione più recente dello standard IP (Internet Protocol) destinato a sostituire IPv4. IPv4 supporta indirizzi a 32 bit, che si traducono in circa 4,3 miliardi di indirizzi, un numero che è stato ampiamente esaurito da tutti i dispositivi collegati a livello globale. Al contrario, IPv6 può supportare indirizzi a 128 bit, traducendo in circa 3,4 x 1038 indirizzi: un numero quasi illimitato in grado di gestire ampiamente tutti i dispositivi IoT concepibili.


Internet industriale
“L’Internet of Things darà ai responsabili IT molto su cui riflettere”, ha dichiarato Vernon Turner , Vicepresidente senior della ricerca di IDC . “Le aziende dovranno affrontare ogni disciplina IT per bilanciare efficacemente il diluvio di dati da dispositivi connessi alla rete aziendale. Inoltre, l’ IoT guiderà i cambiamenti strutturali della struttura organizzativa per consentire all’innovazione di essere trasparente per tutti, creando al contempo nuovi modelli di business e prodotti competitivi “.

L’IoT sta dando forma al business moderno, dalla produzione al marketing. Molto è stato già cambiato sin dalla creazione di Internet e molti altri verranno modificati con la maggiore connettività e portata Internet. La rete globale che collega persone, dati e macchine sta trasformando il business moderno è anche chiamato Internet industriale . La cosiddetta Internet industriale aveva un potenziale di $ 10 a $ 15 trilioni di PIL globale nei prossimi due decenni. Fonte: Goldman Sachs Global Investment Research.

Pronostici Internet of Things
Secondo IDC , l’IoT subirà una crescita enorme negli anni a venire in molte direzioni:

  • IoT e il cloud. Entro i prossimi cinque anni, oltre il 90% di tutti i dati IoT sarà ospitato su piattaforme di service provider in quanto il cloud computing riduce la complessità del supporto della “Data Blending” dell’IoT.
    IoT e sicurezza. Entro due anni, il 90% di tutte le reti IT avrà una violazione della sicurezza basata su IoT, anche se molti saranno considerati “inconvenienti”. I Chief Information Security Officers (CISO) saranno costretti ad adottare nuove politiche IoT.
    IoT al limite. Entro il 2018, il 40% dei dati creati dall’IoT saranno archiviati, elaborati, analizzati e attuati in prossimità o all’estremità della rete.
    IoT e capacità di rete. Entro tre anni, il 50% delle reti IT passerà dall’avere una capacità in eccesso per gestire i dispositivi IoT aggiuntivi a un vincolo di rete, con quasi il 10% di siti che sono sopraffatti.
    IoT e infrastruttura non tradizionale. Entro il 2017, il 90% del data center e della gestione dei sistemi aziendali adotterà rapidamente nuovi modelli di business per gestire le infrastrutture non tradizionali e le categorie di dispositivi BYOD.
    IoT e diversificazione verticale. Oggi, oltre il 50% dell’attività IoT è incentrata sulle applicazioni di produzione, trasporto, smart city e consumatori, ma entro cinque anni tutti i settori avranno lanciato iniziative IoT.
    IoT e Smart City. In competizione per costruire città intelligenti e innovative, le amministrazioni locali rappresenteranno oltre il 25% di tutte le spese esterne del governo per implementare, gestire e realizzare il valore commerciale dell’IoT entro il 2018.
    IoT e sistemi embedded. Entro il 2018, il 60% delle soluzioni IT originariamente sviluppate come soluzioni proprietarie a circuito chiuso diventeranno open source e consentirà la formazione di mercati di IoT basati sulla verticale.
    IoT e wearables. Entro cinque anni, il 40% dei dispositivi indossabili si è trasformato in una valida alternativa al mercato di massa per gli smartphone.
    IoT e Millennials. Entro il 2018, il 16% della popolazione sarà Millennials e accelererà l’adozione dell’IoT a causa della sua realtà di vivere in un mondo connesso.
    Sfide che affrontano l’IoT
    L’IoT sta modellando la vita umana con maggiore connettività e funzionalità finale attraverso la rete onnipresente su Internet. Sarà più personale e predittivo e unirà il mondo fisico e il mondo virtuale per creare un’esperienza connessa altamente personalizzata e spesso predittiva. Con tutte le promesse e le potenzialità, IoT deve ancora risolvere tre problemi principali, standard unificati per dispositivi, privacy e sicurezza. Senza considerare la forte sicurezza di tutti i giunti dell’IoT e la protezione dei dati, il progresso dell’IoT sarà ostacolato da contenziosi e resistenza sociale. L’espansione dell’IoT è lenta senza standard comuni per i dispositivi o i sensori collegati.